Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Cina, concessione del Market Economy Status

Prosegue il dibattito a livello UE

Nel corso della sessione plenaria del Parlamento europeo dello scorso 1 febbraio, la Commissaria al Commercio, Cecilia Malmstrom, ha ribadito che la Commissione sta continuando ad analizzare tutte le possibili opzioni e che verrà predisposto uno studio d'impatto più approfondito sugli effetti per le imprese europee della concessione dello status di economia di mercato alla Cina.

La questione è stata affrontata anche a livello di Consiglio, dove il Vice Ministro allo Sviluppo Economico Carlo Calenda ha confermato la contrarietà dell’Italia all'idea di una concessione automatica del MES e, in linea con le richieste dell'industria, ha ribadito la necessità che la Ue realizzi una più accurata valutazione dell'impatto economico.

La soluzione che si sta delineando sarebbe quella di riconoscere formalmente il MES alla Cina, ma mettendo in campo delle misure di salvaguardia del sistema di antidumping in vigore insieme a delle misure aggiuntive, in modo da tutelare anche i settori che al momento non sono interessati, ma che potrebbero esserlo in futuro. Infatti, se accordato nelle condizioni attuali, lo status di economia di mercato avrebbe un impatto molto rilevante sul sistema di difesa commerciale dell’UE, con dei margini di dumping drasticamente più bassi ed insufficienti a tutelare le imprese italiane ed europee, in quanto basati su valori non corrispondenti alle dinamiche del mercato.

Confindustria è da tempo attiva sia a livello nazionale che europeo con azioni di sensibilizzazione degli interlocutori istituzionali ai massimi livelli. Il sistema è presente insieme alle associazioni a tutti i tavoli di lavoro ministeriali, nonché nel dibattito europeo con interventi su Businesseurope, sui Membri del Parlamento europeo e sugli altri stakeholder, contribuendo in maniera significativa all'attività di AEGIS, associazione che raggruppa a livello europeo 30 settori industriali impegnata in una capillare campagna di informazione.

 

Dove siamo
Via Pantano 9 - Palazzo Gio Ponti, 20122 Milano
Tel. 02/58370800
segreteria@confindustria.lombardia.it


© 2000 - 2022 CONFINDUSTRIA Lombardia. Tutti i diritti riservati.